mercoledì 26 settembre 2012

Ancora Salento: La Tiella di Riso , Patate e Cozze






Ed ecco che a momenti rimane in archivio anche questa foto, abbandonata senza ricetta, e ricetta quasi dimenticata dal tempo che è passato da quando è stata mangiata!
E' passato praticamente quasi un mese. Perchè come sempre appena torno da una vacanza mi porto dietro ricordi, fotografie ma anche sapori delle tradizioni locali, che puntualmente tento di rifare, un po' come vengono un po' prese dalle ricette originali.

"Tiella" ovvero Teglia di vari ingredienti, sovrapposti a crudo in diversi strati. Piatto popolare che si trova in diverse varianti, ma gli ingredienti principali sono appunto il riso, le patate, le cozzepomodori, pecorino o parmigliano e a volte anche le zucchine.


 Per la procedura ho trovato utilissimo questo video.






Le dosi sono sempre approssimative, io ho fatto una piccola teglia per 2 persone:

  • 500 gr di cozze (un sacchetto)
  • 200 gr circa di riso carnaroli (poco meno forse)
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 cipolla
  • 2 patate
  • io ho usato dei pomodorini ma un pomodoro grande puo' bastare
  • pangrattato q.b.
  • cacioricotta grattugiato o semplicemente pecorino o parmigiano
  • sale e pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva

Mettere a bagno il riso. 
Pulite bene le cozze o fatele gia' pulire dal vostro pescivendolo di fiducia (come ho fatto io ;)) e sfruttando anche un po' l'uomo di casa che per questi lavori è "super"!!!), lavarle sotto acqua corrente, eliminare la barbetta e raschiare bene il gucio con uno spazzolina di acciaio.
Aprite le cozze con un coltellino sottile, avendo cura di mettere una ciotolina sotto le cozze durante l'operazione per raccogliere la loro acqua. Tenere una sola valva lasciandola attaccata nella tutta alla  meta' di guscio che terrete.

Ungete il fondo di una teglia e coprire interamente con le patate affettate disposte a raggiera, la cipolla tagliata sottilmente, poi i pomodori tagliati a pezzettini, il prezzemolo tritato, cospargere di formaggio grattugiato e uno strato di cozze crude sempre a raggiera (la parte del guscio verso il basso).
A questo punto coprite con il riso, spolverate di pangrattato e di formaggio e procedete con il secondo strato di pomodori, patate, prezzemolo e ancora pangrattato e formaggio. Irrorate con un filo di olio extravergine. Spolverate di sale e pepe.

Versate l'acqua delle cozze filtrata o altrimenti acqua nella teglia fino ad arrivare appena sotto lo strato della gratinatura.

Cuocere in forno a 200 ° per circa 40 minuti (nel mio forno, non sono in grado di darvi il tempo esatto, l'acqua deve essere completamente assorbita).




N.B. Vedendo che si stava seccando troppo la superficie ho coperto la teglia con un foglio di carta di alluminio in modo da tenere un minimo di umidita'. Quindi, penso di aver versato troppa poca acqua durante la cottura in forno, Avendo fatto una teglia per due persone sono andata un po' a occhio nelle quantita'.







giovedì 13 settembre 2012

La semplicita' di una Frisella....


Da nord a sud e ritorno.

Un viaggio attraverso l'Italia.

Verso il Salento con tappa a Termoli. E ancora dal mare del Salento ai Sassi di Matera. Per ripartire verso la montagna ai confini con la Francia e tornare in Toscana. Un lungo viaggio ma davvero piacevole e persone speciali, lontane, ma vicine nel cuore che lasciano tanti bei ricordi ed emozioni.

Ma questo è un blog di cucina e come tale voglio mettere l'accento sulle bonta' che abbiamo assaggiato, partendo da una semplice frisella salentina, passando da una bourguignonne che fa tanto montagna per finire in un bel piatto toscano che sa di casa!

E i ricordi rimangono custoditi preziosi nel cuore e nella mente, sbirciando ogni tanto le tantissime foto (e alla fine non le stampo mai...ma possibile????!)







Le Friselle... quante ne ho mangiate durante queste vacanze, la bonta' e la semplicita' di un pane biscottato condito semplicemnte con olio, pomodoro fresco, basilico e cipolla.
In questo caso ho voluto provare le friselle con questo confit di pomodori, olio e un velo di pate' di olive (assaggiato e comprato al volo in un mercatino di montagna) non male il risultato!


FRISELLE D'ORZO CON CONFIT DI POMODORI DOLCI:

(per il confit di pomodori ho preso spunto da una ricetta di Sale e Pepe)


  • 3-4 Friselle d'orzo (ovviamente souvenir del Salento)
  • Pate' di olive

  • circa 500 gr di pomodori (io ho usate i datterini)
  • 1 cipolla
  • 1 cucchiaino di zafferano in stimmi
  • 1 un cucchiaino scarso di cannella
  • 2 cucchiai di miele
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Sbollentare i pomodori 30 secondi, scolateli e passateli in acqua ghiacciata.
Sbucciateli e riuniteli in una padella con qualche cucchiaio di olio evo, la cipolla tritata, lo zafferano, 1 pizzico di sale.
Cuoceteli a fuoco dolce per circa 15-20 minuti.
Versate sopra il miele e la cannella, mescolate e saltate ancora per pochi minuti.

Inumidite abbondantemente sotto l'acqua le friselle, adagiarle in un piatto, spalmate la superficie con un velo di pate' di olive e condite con dell'olio extra vergine di oliva.

Versate il confit di pomodori e lasciar riposare qualche minuto prima di servire.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...