venerdì 23 marzo 2012

Fondant al cioccolato e frutti di bosco per il Taste&Match -Torino



Ed ecco finalmente dopo varie prove e assaggi uno dei due dolci che potrete assaggiare al
Taste&Match, il 5 aprile al Qubi a Torino,  una serata all'insegna della degustazione di vino e cibo.
Otto ricette (2 antipasti, 2 primi, 2 secondi, 2 dolci)  create appositamente per otto vini di diversa provenienza da otto food blogger.
Quindi affrettatevi a prenotare QUI e assaggiare anche i piatti delle mie compagne di avventura!

Questo è il vino che mi è stato assegnato da FernandoWine.
Un particolarissimo Passito scuro Lacrima di Morro D'Alba 2008, rosso, dal profumo intenso con sentori floreali.
Come dicevo, abbiamo fatto vari tentativi per trovare una dolce adatto, che potesse avere qualcosa di particolare che ben  si abbinasse al vino. 
L'idea è venuta assaggiando una semplice tavoletta di cioccolato amaro con un sorso di questo Passito. Alla fine ho deciso per un classico tutto cioccolato e senza troppi fronzoli, solo con qualche personalizazzione.

Una Fondant.
Ma una Fondant  morbida con un tocco di colore e di freschezza dato dai frutti di bosco che ricordano il profumo e il sapore del Passito.


E' una torta molto semplice nell'esecuzione, la morbidezza è data dal tempo di cottura. Se la preferite piu' tenera e sciolta all'interno possono bastare circa 15-20 minuti altrimenti aumentate il tempo di cottura.


Ma ora vi lascio gli ingredienti (le dosi sono sempre indicative, ma ho cercato di essere piu' precisa possibile):

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 90 gr di burro
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 1/2 bicchiere scarso di vino rosso e 1 cucchiaino di spezie per vin brule' (risultato finale ne deve rimanere circa 18/20 ml)
  • 30gr di mandorle tritate
  • 30 gr di farina 00
  • 3 uova (rossi e albumi separati)
  • 1 manciata di frutti di bosco misti tra lamponi, more, mirtilli.
In un pentolino sciogliete a bagnomaria (oppure nel microonde)  il cioccolato e il burro mescolando fino ad ottenere una crema liscia, unire lo zucchero.

In un altro pentolino scaldate del vino rosso con un cucchiaio di spezie per il vin brule' o nel caso mancassero basta qualche chiodo di garofano e cannella, fatelo restringere leggermente fino ad ottenerne un cucchiaio (circa 18-20 ml).

Tritate finemente le mandorle e unitele alla farina.

A questo punto unite il ristretto di vino (filtrato con un colino) al cioccolato mescolando bene, poi le farine e  infine incorporate uno ad uno i rossi d'uovo fino ad amalgamarli bene.

Montate a neve gli albumi d'uovo con un pizzico di sale e versateli al composto di cioccolato mescolando dal basso verso l'alto.

Versate l'impasto in teglia  rivestita di carta forno e imburrata  (meglio sarebbero quelle a cerniera) dal diamentro di circa 20 cm. Distribuite sulla superficie una manciata di frutti di bosco. Infornate  a forno caldo a 185° per 20 minuti.
Lasciarla raffreddare prima di sformarla e servitela a piacimento con panna montata o gelato al fiordilatte.


Ed ecco il menu' completo con i vini e le ricette abbinate  che potrete assaggiare durante la sera:

Tra gli antipasti:
Il Gatto Ghiotto con Incanto del Bosco per Prosecco Colfondo
Cucina nonna papera con Crostino di pane nero con tuorlo marinato, quenelle di San Daniele e crema di spinacini per Pinot Grigio

Primi:
Any Secret  con Lasagnette di carasau al ragu' bianco per Kakhetian noble white (Badagoni-Georgia)
Cucina e Cantina con Riso alla doppia salsiccia marinata con porri e mele  per Cabernet Alicante (Rigoloccio)
Secondi:
Spadelliamo Insieme con Bocconcini di Agnello marinato, in crosta di pistacchio  e menta, vino Aglianico del Vulture "Augustalis" (Cantine del Casale
Travel to Taste con Polpettine piccanti a colori per Nero d'Avola (Quignones)

e la mia compagna di dolce:
Cioccolato e Zenzero Torta di nocciole con crema profumata all'arancia  per Zibibbo (Alagna)



Vi aspetto al Qubi, in Via Parma 75/c a Torino, Giovedi' 5 Aprile.
E' possibile acquistare l'ingresso direttamente da questo sito nella sezione promozioni, oppure prenotare ai  recapiti : tel 011 7641628 e-mail info@winexplorer.it lasciando i vostri dati
Per assicurare una buona riuscita della serata e scorrevolezza sulle isole di asaggio, l'ingresso sarà possibile in 3 orari diversi: 19,30 - 20,15 - 21,00. L'evento si concluderà per tutti alle 23,30. Vi preghiamo di segnalare la vostra preferenza di ingresso durante la prenotazione.

piatto Greengate

martedì 13 marzo 2012

Gamberi a vapore e Carciofi marinati all'arancia

Gamberoni aromatizzati all'arancia e gamberetti rosa di fiume per la piccola di casa
Per questo mese sopportatemi...prendetemi cosi'... Mi è preso il pallino dei carciofi. Crudi o cotti e appena sbollentati, fino a quando ci sono ne approfitto e le varianti sono davvero tantissime. Certo, è la seconda ricetta che vi propongo con il pesce ma arrivera' anche altro.

Il cestello è in bambu' ma è possibile cuocerli anche in altri tegami per il vapore. 

I gamberetti rosa (per la nana di casa) li ho cotti in un cestello piu' piccolo con una  bustina di te verde nell'acqua di cottura (per aromatizzare) nel tegame (tipo wok) dove poi appoggerete il cestello. Altro metodo; portate a bollore dell'acqua salata, poi togliete dal fuoco e buttate i gamberi per pochi minuti, scolare e condire a piacere.
QUI e QUI trovate anche dei buoni consigli su come pulire, cuocere e conservare i gamberi .





GAMBERI COTTI A VAPORE E CARCIOFI MARINATI ALL'ARANCIA
per questa ricetta ho preso spunto dal mensile di "Cucina Naturale"
Per 4 persone:
  • circa 20 gamberi, code di mazzancolle senza testa
  • 4 carciofi
  • 2 arance
  • 1 limone
  • prezzemolo
  • qualche fogliolina di timo
  • 1 cm di zenzero fresco
  • olio extravergine di oliva
  • 2 foglie di cavolo cappuccio o lattuga per il cestello

Prima di iniziare lavate molto bene sotto acqua corrente i gamberi.
Grattugiate lo zenzero insieme al prezzemolo, condire con il succo di mezzo limone e arancia e mescolare.
Pulite i carciofi e affettateli sottilmente e conditeli subito con la salsa di limone e prezzemolo lasciandoli marinare per una mezz'oretta.
Grattugiate la scorza di mezza arancia in una ciotolina, unendo un cucchiaio di olio, il timo, sale  e pepe.
Lavate le foglie di cavolo o lattuga e adagiarle nel cestello per la cottura a vapore, mettete i gamberi nel cestello e irrorate con un po' dell'olio aromatizzato all'arancia cuocendo per 5 minuti abbondanti (io li ho cotti direttamente con il guscio, ma se preferite potete cuocerli gia' sgusciati).
Sbucciate le arance per poi tagliarle a spicchi e conditele con un filo di olio e sale. Distribuite gli spicchi sui piatti, poi i carciofi marinati e infine  i gamberi sgusciati e privati del filino nero che hanno all'interno. Condite con il succo della marinatura e l'olio aromatizzato.


giovedì 8 marzo 2012

TASTE & MATCH a TORINO



 
Con oggi metto da parte ricette e quant'altro (ma sempre di cibo e di vino si tratta) per  parlarvi di un evento che si terra' a Torino, quello del Taste & Match, il quarto appuntamento, organizzato da FernandoWine.

Dopo il successo di Roma, Milano e Venezia, Taste & Match arriva anche a Torino, Giovedi' 5 Aprile.

Durante la serata potrete assaggiare 8 vini, scelti con cura da Fernando di Winexplorer8 piatti abbinati (2 antipasti, 2 primi, 2 secondi, 2 dolci)  creati da 8 foodblogger.
Quindi una cena informale, in allegra compagnia, tra aromi e sapori, esattamente nei locali del Qubi', un'associazione culturale, una scuola di cucina ma non solo.

Qui potrete trovare tutte le informazioni per la prenotazione.
Veniamo al gruppo, nonche' il "Dream Team" nel quale sono presente anche io con un vino e con un dolce di cui parlero' piu' avanti!


Valentina e Giovanni  Cucina e Cantina
Francesca Gonzales Spadelliamo insieme
Anastasia Any Secret 
e ovviamente ME!



E' possibile acquistare/regalare l'ingresso direttamente da Qui nella sezione promozioni, oppure prenotare ai  recapiti : tel 011 7641628  e-mail info@winexplorer.it  lasciando i vostri dati. 
La prenotazione (obbligatoria) e i posti sono limitati.
La location è il Qubi' in Via Parma 75/c a Torino (angolo lungo dora Firenze), dalle 19.30 fino alle 23.30.

lunedì 5 marzo 2012

Insalata di Carciofi, Arance e Bottarga.




Un contorno leggero, un abbinamento che non avevo ancora provato, carciofi e bottarga, ma azzeccato. Tempo di carciofi...e allora approfittiamo di quello che ci offre la stagione.
Un buon carciofo deve avere la punta chiusa, le foglie verde scuro, l'assenza di peluria all'interno e un gambo senza ammaccature.
I migliori da gustare crudi sembrano essere gli spinosi, di forma allungata, con foglie grandi e spinose.
Qualche curiosita' sul CARCIOFO;
Non sono certo esperta del settore ma facendo un'accurata ricerca sono riuscita ad assorbire qualche notizia utile sulle proprieta' nutritive. Un ortaggio con alto valore nutritivo, potassio, calcio, fosforo, vitamine, un enorme contenuto di ferro e  con un basso valore calorico. Favorisce la diuresi (da crudo) e secrezione bibliare, abbassa il colesterolo e aiuta la funzionalita' epatica.

Veniamo alla ricetta, un insalata di carciofi crudi (ricetta presa da un numero di Sale e Pepe e leggermente modificata).

CUORI DI CARCIOFO, ARANCE E CONDIMENTO ALLA BOTTARGA

per 4 persone:

5-6 carciofi con le spine
1 arancia
bottarga di muggine
Pane carasau
1 piccola baguette o pane raffermo
1 spicchio di aglio
olio extra vergine di oliva
1 limone
sale e pepe

Pulite i carciofi privandoli di una parte del gambo, le foglie esterne piu' dure fino ad arrivare al cuore con foglie morbide  e piu' chiare, tagliare gran parte delle punte e divideteli a meta', eliminando, nel caso sia presente, la barbetta interna. Immergeteli immediatamente in acqua acidulata con del succo di limone per evitare che  anneriscano.
Sbucciate l'arancia privandola anche della pellicina bianca e dividetela in spicchi.
Scolate bene i carciofi e affettateli sottilmente mescolandoli poi insieme agli spicchi di arancia e condite con un po' di succo di limone.
Friggete delle fettine di pane raffermo in olio ben caldo.
Fate rosolare l'aglio con la buccia in un po' di olio extra vergine di oliva con un pizzico di sale e un'abbondante grattugiata di bottarga (privata della sua pellicina). Mescolate e togliete dal fuoco.
Versate il condimento ancora caldo sull'insalata di carciofi, e il pane fritto spezzettato.
Distribuite qualche fettina di bottarga qua e la' e accompagnate con pane carasau.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...