martedì 21 febbraio 2012

Pesce spada alla bengalese e Riso Pilaf integrale


In onore di nonna Giogio, venuta a trovarci dalla Toscana con furore ;)) o meglio, quasi costretta dalla sottoscritta!
Anche lei incuriosita e appassionata dei sapori orientali, dalla cultura indiana.
Premetto, non sono mai stata in India. Ma è uno di quei viaggi che vorrei fare.....
Ho solo tanti libri, storie  e racconti.
Questa ricetta è appunto presa da uno di questi libri, vecchi di decenni e piu'.
Le mie dosi sono state decisamente ridotte rispetto alla ricetta originale e leggermente modificate, putroppo ho dovuto eliminare il peperoncino perchè nonna Gio non puo' mangiare cibi troppo piccanti, ma vi lascio entrambe le ricette:


Dosi per 2 persone (sotto vd. ricetta originale):

2 tranci di pesce spada
1 cipollotto affettato
olio extra vergine di oliva q.b.
1 foglia di alloro
1 cucchaino di curcuma in polvere
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino si semi di coriandolo macinati
1/2 cucchiaino di semi di cumino macinati
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
neanche 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere


                                                                               Ricetta originale:                                                                                 
750 gr di tranci di pesce spada



100 gr di cipolla
3 peperoncini verdi freschi
1,5 dl di olio
4 peperoncini rossi essiccati
2 foglie di alloro
1 cucchiaino e 1/2 di curcuma in polvere
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di semi di coriandolo macinati
1 cucchiaino di semi di cumino macinati
1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
1/2 cucchiaino di peperoncino rosso in polvere




Procedimento:
I tranci di spada devono avere uno spessore di circa 2,5 - 3 cm di spessore. Cospargete i tranci con mezzo cucchiaino di curcuma, una grattata di zenzero e 1 pizzico di sale e lasciate riposare per 10 minuti (io ho aggiunto uno spruzzo di vino bianco).
Versate circa 3 cucchiai di olio in una padella, scaldatelo e scottarvi i tranci di spada sui due lati, poi toglieteli dalla padella e trasferiteli in un piatto.
In una ciotola mescolate le spezie: i semi di coriandolo, il cumino, lo zenzero, la curcuma rimanente, 1 pizzico di sale, e poco peperoncino, mescolate con cura e aggiungete un paio di cucchiai di acqua.
Scaldate nuovamente la padella con un filo di olio e soffriggete la foglia di alloro e il cipollotto affettato sottilmente. Appena sara' dorato unire il mix di spezie e cuocete ancora per 1 minuto circa.
Unitevi finalmente i tranci di spada scottati e 2,5 dl di acqua. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per qualche minuto, fino a quando il pesce sara' cotto.

Io ho servito il pesce accompagnato da un riso pilaf integrale e un merluzzo al latte per mandorlina (alla prossima la ricetta)

Pilaf di riso integrale

250 gr di Riso basmati (io ho usato un basmati integrale)
1/2 cipolla
2/3 cucchiai circa di olio extra vergine di oliva
20 gr di uvetta passa
2 baccelli di cardamomo
1/2 stecca di cannella (2 cm circa)

Versate il riso in una scodella, riempitela di acqua e lavatelo con cura fino a quando l'acqua risultera' limpida. Lasciarlo in ammollo per circa mezz'ora.
Lavate e lasciate l'uvetta in ammollo per 1/4 d'ora, poi scolatela e asciugatela.
In una teglia  fate rosolare la cipolla affettata, i semi di cardamomo e la cannella. Aggiungetevi il riso scolato e fate soffriggere per pochi minuti.
Trasferite tutto in una teglia da forno unta di olio e versatevi una quantita' di acqua pari al doppio del volume del riso, salate e infornate a circa 200° per 15 - 20 minuti, fino a quando l'acqua si sara' assorbita. A meta' cottura mescolate il riso. Regolatevi voi per la cottura del riso assaggiandolo.
A fine cottura unite l'uvetta e servire accompagnato dal pesce.


Merluzzo al latte per mandorlina

martedì 14 febbraio 2012

Riso, Crema di finocchi e Curcuma


Un risotto colorato, saporito, che dire, forse un po' ingannevole??? qualche verdurina (anche se mandorlina almeno per i finocchi non fa storie !!!). Ma cotti nel risotto no, è meglio camuffarli e ben tritarli =))). Mentre per i piu' grandi qualche pezzettino qua e la non è niente male! Quindi facciamo questo risotto...per bimbe malate con delle tonsille che paion due palline da tennis e per genitori  stanchi di lottare contro i "no, non mangio niente, no ci sono i pezzettini, no voglio solo la mozzarella!!!".
Poche parole per questo piatto. L'idea mi è venuta leggendo un articolo su "Cucina Naturale", sempre tanto utile e interessante.
Due parole su la "CURCUMA" o "Zafferano delle indie". Una spezia molto usata nella cucina indiana e asiatica, di un bel colore giallo, con proprieta' antiossidanti. Apparitene alla famiglia dello Zenzero ed è' uno degli ingredienti del Curry. Sembra che in India e Cina venga impiegata nella medicina tradizionale come disintossicante del fegato,  come antinfiammatorio e come antisettico.


Quindi .... per 3 persone: 
  • 210 gr di riso Carnaroli
  • 1 finocchio
  • 1 foglia di alloro
  • 1/2 cucchiaino di curcuma o se preferite Zafferano
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
Tagliare a meta' e lavate accuratamente un finocchio, tenendo le barbe verdi per la decorazione.
Affettare il finocchio sottilmente.
Nel frattempo fate bollire dell'acqua salata insieme alla foglia di alloro, salatela e lessate i finocchi per circa 10 minuti, fino a quando risulteranno morbidi.
Con un mestolo forato scolate i finocchi tenendo in caldo l'acqua.
Frullate quasi tutta la verdura cotta con la curcuma oppure lo zafferano, tenendo qualche spicchio intero, fino ad ottenere una crema e conditela con un cucchiaio di olio.
Schiacciate i restanti finocchi con una forchetta e versateli in una pentola insieme al riso, che farete saltare per pochi minuti. Poco per volta aggiungere l'acqua di cottura dei finocchi e cuocere per circa 15 minuti.
Salate e versate la crema di finocchio. Lasciate mantecare a fuoco spento ancora per un paio di minuti.



 Ne approfitto con questo post per ringraziare Afrodita del blog "I racconti di Afrodita" (che oltre tutto seguo molto e trovo sia un blog bello e interessante!!) per avermi passato il testimone del gioco "The Versatile Blogger" e aver pensato a me... Gioco che cerchero' di proseguire nel prossimo post ;)).
Con questa ricetta partecipo al contest "A prova di bimbo" di Diario di Cucina" nella sezione dei primi piatti





giovedì 9 febbraio 2012

Le cartellate al Vincotto che arrivano dalla bis-nonna...(al forno e fritte)

Cartellate al forno
 
 
Ogni anno, ogni Natale, la tradizione di famiglia vuole le cartellate all'ora del te' il giorno della vigilia. Ricetta tramandata dalla bis nonna pugliese.
Ogni anno, la mia piccola e dolce nonna toscana , si cimentava, aiutata da mia zia, in queste buonissime cartellate, con il vincotto mandato dai parenti pugliesi!.
Adesso "il testimone" è passato ovviamente alla cara  pro-zia di mandorlina che mi ha passato a sua volta la ricetta.
Cosi' un pomeriggio io e mandorlina ci siamo messe a impastare, tagliuzzare e arrotolare....non vi dico dove finivano le striscioline di pasta cruda... A forza di "mamma mammina posso mangiaLe solo questo pezzettino, dai solo piccolino,"unu" solo...!!!
Quindi tra morsichini, tagliamenti, e striscioline finite come orologio "mamma guaLda, sono le cinque", "mammina guaLda ho fatto la collana (...al matterello per stendere la pasta), "mamma posso tagliaLe?Posso giocaLe? Faccio io faccio non ti pLeoccupaLe, alloLa tu sei la bimba io la maestLa!!!!! Mamminaaaaa, posso assagiaLe, solo UNU daiiiiiii"...... si , la R per adesso l'ha lasciata per strada. Mi parlera' come una cinesina per tutta la vita????
Bene, dopo 10 minuti mi sono arresa, ho messo via la pasta (continuero' solaaaaaaaa)ma almeno una decina sono riuscita a farle =)).
Personalmete non amo il fritto, anche se devono ammettere che hanno tutto un'altro sapore le tradizionali, ma anche quelle cotte in forno non erano proprio malaccio =))), anzi.....
A voi la scelta!

 



N.b. Il Vincotto è un mosto d'uva ma viene fatto anche con i fichi. Ha un colore scuro e un gusto dolce . In commercio potete trovarlo nei negozi o alimentari che vendono prodotti pugliesi, oppure produrlo a casa con i fichi.

Ingredienti (ricetta di famiglia)
  • 500 gr di farina 00
  • 50 gr di zucchero a velo
  • 70 gr di olio di semi
  • Vino bianco (quanto basta per rendere un impasto compatto e liscio facile da stendere) sono andata ad occhio forse ne avro' messi 2 bicchieri!
  • abbondante olio di oliva per friggere
  • Vincotto
In una ciotola capiente mescolare la farina e lo zucchero. Versare l'olio di semi e mescolare. Piano piano aggiungete il vino bianco, quel tanto per avere un impasto liscio ed elastico. Impastare bene e lasciar riposare per un po'.
Ottenere dalla massa delle palline che stenderete sottilmente con un matterello, poi tagliate delle strisce di circa 3-4 cm con una rotella dentellata, piegate delicatamente in due le strisce e pizzicatele con le dita a una distanza di circa 4 cm in modo da ricavare delle conchette. Arrotolatele su se stesse formando delle rose  e pizziccatele nuovamente in modo che non si aprano, lasciatele riposare. Nel frattempo accendete il forno a 180° e scaldate dell'olio di oliva in un pentolino per friggene alcune. Importante che l'olio sia profondo e ben caldo.
Per le cartellate tradizionali fritte:
Quindi appena l'olio sara' caldo immergete delicatamente le cartellate friggendole da entrambi i lati per pochissimo tempo, finche' non le verete appena dorate (io ne ho fatte un po' fritte, un po' cotte in forno). Una volta fritte lasciarle riposare a testa in giu' su carta da cucina (io ho usato un scchetto di carta tipo quello del pane) e lasciarle raffreddare e asciugare bene prima di condire.
Scaldate appena il Vincotto e poi immergetevi le cartellate in modo da impregnarle bene.
Per le cartellate in forno:
Forno caldo. Sistemate le cartellate in teglia con carta forno. Cuocere a 180° fino a quando non le vedrete dorate. Sfornare. Lasciar raffreddare. Condire con vincotto caldo con lo stesso procedimento sopra.

Ovviamente per tempistica (sarebbe sparita tutta la pasta, finita nello stomachino di mandorlina) non sono riuscita a fotografare i vari passaggi per formare le cartellate ma in rete trovate delle chiare spiegazioni con foto o video. Comunque sono piu' semplici a farsi che a dirsi!
 
Caretellate tradizionali fritte


 
 

 
 
 

domenica 5 febbraio 2012

Biscottini ai Cereali con Cioccolato



Per questi biscotti la mia musa ispiratrice è sempre "Lei" Sabrine di Fragole a Merenda. Amo il suo blog, le sue ricette e i suoi post e spero che non me ne voglia....perchè come al solito mi è scappata qualche piccola modifica (in pratica ho cambiato tutto a seconda degli ingredienti e dell'ispirazione!!!!) . Per l'originale andate a vedere QUI.
Per i biscotti:
  • 60 gr fiocchi di mais
  • 60 gr fiocchi d'avena
  • 50 gr farina integrale
  • 25 gr farina 00
  • 30 gr di burro
  • 3 cucchiai di olio di semi
  • 2 cucchiai di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Per la farcitura:
  • circa 50 gr  di cioccolato fondente
  • circa 40gr cioccolato al latte
  • 1 cucchiaio di acqua
Nel mixer frullate i  fiocchi di mais e i fiocchia di avena. Unite le farine, il sale, lo zucchero, il bicarbonato e mescolate. Fondete a bagnomaria il burro e unitelo agli ingredienti secchi, poi il latte e in seguito l'olio di semi. Impastate fino ad ottenere un impasto ben amalgamato e liscio. Coprite con una pellicola e ponetelo in frigo per mezz'ora.
Nel frattempo sciogliete i cioccolati con un goccio di acqua a bagnomaria o nel forno a microonde. Mescolate bene e lasciatelo raffreddare un po'.
Tirate fuori l'impasto dal frigo circa 10 minuti prima poi stenderlo, tra due fogli di carta forno, con un matterello lasciando un altezza di circa 4 mm.
A questo punto, con uno stampino dalla forma che preferite ricevatene tanti biscottini che adagerete su una teglia ricoperta di carta forno.
Cuocere i biscotti circa 8 minuti per lato a 190 °, fino a quando non risulteranno dorati.

Lasciateli raffreddare. Poi utilizzando il cioccolato che nel frattempo si sara' solidificato un po' accoppiate i biscotti spalmandovi il cioccolato nel mezzo!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...