martedì 26 luglio 2011

Crostata di Pesche e Menta cotta come una Tatin





Una settimana piena di eventi quella passata.
La presenza di nonna giogina, che poverina, convinta di passare qualche giorno in tutta pace in montagna (unica sua vacanzina), è invece rimasta bloccata in casa nostra, senza riuscire a camminare, per un improvviso dolore alla gamba.....ma adesso per fortuna sta migliorando, ed è gia' li' trepidante che mi aspetta per partire, aime' solo per un week end!!!
Poi c'è stato il festeggiamento per il compleanno di babbo Mister M.
Noooooo niente cucina o torte o altro, ma una cena fuori con parenti e una giornata intera di canzoncine da parte di mandorlina al suo papa'; "taaanti auguLi a teeee, happy boLdey tuuuuu iuuuu", no dico, da mattina a sera, e dopo la torta, fino a che si è distratta imitando la ragazza che serviva i tavoli, con tanto di vassoio...vabbe', beata gioventu'!. Ah, possiamo definirla bilingue? A tal proposito aspettiamo con ansia la cuginetta londinese per lezioni di inglese tra secchielli, palette e sabbiaaaaaaa!
Per concludere ( in realta' abbiamo aperto la settimana passata con questo) il nostro anniversario. Ebbene si', tre anni di matrimonio (ma la nostra storia è iniziata un secolo e mezzo fa'), tre anni di cambiamenti, di disaccordi e di ricongiunzioni, di felicita' e di tristezze, ma questo siamo "noi", noi siamo fatti cosi', ci amiamo e ci odiamo, e frutto del nostro amore non poteva essere creatura piu' fantastica di mandorlina, .
Abbiamo festeggiato con una cenetta  a quattr'occhi (e non sei!), un'uscita in moto (per me solo la seconda da quando è nata mandorlina), una passeggiata mano nella mano, come "ai vecchi tempi" (dice lui). Una cena in un posticino rustico, un menu' invitante, un localino che ricorda un po' qualche luogo della Sicilia, sembra quasi di non essere in citta', ottimo cibo e gentilissimi i proprietari. Il posto si chiama Salsamentario, finalmente dopo anni che lo punto sono riuscita ad andare a visitarlo =)).
Comunque tra tutti questi "avvenimenti" non ho avuto ancora modo di preparare.... chesso'...un dolcino, un brindisino, quindi,  anche se in ritardo sulla tabella di marcia, questo è per rimediare...







CROSTATA DI PESCHE E MENTA cotta COME UNA TATIN

                                                                            




Per la frolla integrale

  • 200 gr di Farina Integrale
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 100 gr  di burro (io ne ho usati 30 gr di burro+ 30 gr di olio di semi di mais)
  • 1 cucchiaio di yogurt intero
  • buccia grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno

  • 5-6  pesche noci
  • 50 gr circa di zucchero di canna
  • qualche fiocchetto di burro
  • 1 ciuffo di menta fresca


In una ciotola mescolate la farina integrale, lo zucchero, il burro a dadini e lavorateli con le dita fino ad avere un composto granuloso. Unire l'uovo, l'olio, la scorza grattugiata del limone e lo yogurt e impastate fino ad ottenere una palla liscia e compatta. Avvolgete l'impasto nella pellicola e lasciate riposare in frigo per 30/40 minuti.

Imburrate uno stampo a bordi bassi e rivestito di carta forno. Cospargete di zucchero di canna e 2-3 cucchiai di acqua e infornate fino a quando vedrete lo zucchero scioglersi e caramellare. Unire qualche fiocchetto di burro al caramello.
A questo punto sbollentare le pesche per pochi minuti. Privarle della buccia e tagliarle a pezzi piuttosto grossi, togliendo il nocciolo. Adagiarle sul caramello e cospargete con qualche foglia di menta.

Con un matterello stendete la pasta frolla con uno spessore di 2-3 mm e di qualche cm piu' grande dello stampo. Adagiate il disco di pasta sulle pesche rimboccando i bordi verso il basso.
Cuocere in forno gia' caldo a 180-200° per circa 30 minuti, o fino  a che non vederete la pasta ben dorata. Sfornare e lascir riposare qualche minuto. A questo punto potete sformare  la torta rovesciandola in un piatto da portata. 
Accompagnate la Tatin con un po' di gelato o panna liquida.






Con questa ricetta partecipo al contest di Pippi "Cucinando ...Dolcemente"



giovedì 21 luglio 2011

Mozzarella, pomodoro e basilico ma.... sott'olio! Insieme vi presento....Salter, bilance e accessori.


Eccochesiavvicinanoleferie e vogliadilavorare.........
In pratica, siamo a meta' luglio, la stanchezza bussa alla porta, la testa inizia ad essere altrove, con il caldo dei giorni scorsi anche la voglia di mettersi ai fornelli, creare, pensare, mangiare si è ridotta ai minimi termini!!!! Riassunto; niente forno, niente fornelli.....un piatto fresco e aromatico, un classico dell'estate rivisitato e corretto, mozzarella, pomodoro e basilico ma......
Questa è una ricetta che ho trovato su un numero di "Sale e Pepe", mi ha colpito proprio per la la sua particolarita' di essere "in vetro", vorrei riproporvela cosi' com'è:



  • 4 bocconcini di mozzarella di bufala
  • 4-5 pomodorini secchi
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglia di basilico
  • 1 foglia di alloro
  • 1 stecca di cannella
  • 4 chiodi di garofano
  • 5-6 frutti di cappero
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e peperoncino

Sbucciate e tagliate a fettine l'aglio. Lavate le foglie di basilico e asciugatele. Tagliate a striscioline i pomodori secchi.
A questo punto scolate i bocconcini di mozzarella e asciugateli con carta assorbente. Metteteli in un vaso di vetro alternandoli con basilico, pomodorini, peperoncino, aglio, la cannella spezzettata, i capperi scolati, chiodi di garofano e alloro. Riempite il vaso con olio (va bene anche olio di oliva se preferite). Ponetelo in frigo per un giorno. Potete servirlo con una bruschetta preparata con del pomodoro fresco.

Con questa ricetta partecipo al contest di Menta Piparita "L'estate è servita"



           


e al contest di Mammazan "Tutti pazzi per il Brunch"






SALTER, bilance e accessori

In piu'oggi, vorrei presentarvi quest'azienda,  fare un piccolo appunto su questi prodotti, che mi sono gentilmente stati inviati come prova da questa azienda,  SALTER
Un'azienda inglese specializzata nella produzione di bilance da cucina e pesapersone, ma anche altri accessori da cucina, dal design elegante, funzionale e originale. 
Prima di parlare di questi prodotti ho voluto provarli personalmente.
Qui di seguito le foto di una bilancia a caraffa con conversione automatica e la possibilita' di pesare piu' ingredienti conteporaneamente, molto precisa, quindi l'ideale considerato che "io sono una pasticciona e ho bisogno di una bilancia che accorci i tempi di preparazione", butti tutto dentro et voila', il gioco è fatto!! Ma torniamo seri, una bilancia anche  funzionale perche' è facilmente smontabile per il lavaggio, insieme a questa vi presento anche un elegante macinasale/pepe elettronico che grazie alla tecnologia "One Touch" da la possibilita' di macinare sale, pepe, erbe o spezie e con la sua base a chiusura girevole permette di macinare in modo piu' semplice, pulito e ordinato. Inoltre ha una pratica luce che si illumina mentre le spezie vengono macinate. Stu-pe-nda!!
SALTER offre anche un'ampia gamma di altri accessori da cucina, come cappuccinatori, timer innovativi, set di coltelli. Trovo questi prodotti ottimi e sono felice di poter collaborare con questa azienda.
Per ulteriori informazioni sull'azienda e sui prodotti visitate questo sito www.salter.it





venerdì 15 luglio 2011

Mini Tatin di Baccala' e patate



Una Tatin salata,  meglio chiamarla "finta" Tatin. L'idea mi è venuta sfogliando un libro di ricette di Ernst Knam che vederete qui, ma alla fine, chiedo perdono per questo, l'ho un po' storpiata, considerato il baccala' alla Brandacujun (questo il suo vero nome) avanzato dell'altra sera, la ricetta la trovate nel mio post precedente QUI .


Per la pasta brisee'
  • 165 gr di farina integrale
  • 70 gr di burro io ho usato 2 cucchiaii abbondanti di olio
  • 50 gr di acqua
  • 1 tuorlo
  • 5 gr di sale
Formare una fontana con la farina, mettere al centro 1 tuorlo e il burro freddo tagliato a pezzetti (nel mio caso l'olio extra vergine di oliva). Impastare con la punta delle dita, unite l'acqua e, quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati formare una palla. Avvolgere in una pellicola e lasciar riposare in frigo per almeno una mezz'oretta.
Stendete la pasta con uno spessore di circa 2/3 mm e ricavatene 2 dischetti con un coppa pasta che metterete a cuocere in forno a 180/200° per 5/7 minuti. Non appena saranno dorati sfornare e lasciar raffreddare. La pasta avanzata riponetela in frigo o in freezer.



Per due mini tatin:
  • 2 patate di media grandezza
  • 1 cucchiaino di erbe di provenza
  • olio extra vergine di oliva
  • Pasta brisée gia' cotta
Lavate le patate e sbucciatele. Tagliatele a fettine molto sottili. In una padella scaldate un filo di olio e unite le patate, accavallandole leggermente una sull'altra, formando due piccoli dischi. Cuocete le patate spennellandole con un po' di burro o olio e cospargete di erbe di provenza.

A questo punto formate le mini tatin. Disponete sul fondo di una teglia i due dischi di patate preparati precedentemente, adagiatevi uno strato di baccala' e coprite con il disco di pasta brisée. Lasciate riposare per qualche minuto e rovesciate la tatin.
Io l'ho infornata per pochissimi minuti con grill per gratinare ancora un po' le patate.
Servite con dei pomodorini in confit.



Con questa ricetta partecipo al contest di Diario della mia cucina "Le mini tentazioni"


 


mercoledì 13 luglio 2011

Baccala' o Stoccafisso alla "Branda"


 Mi trovo a scrivere questo post adesso, tarda serata, la casa è in silenzio... bimba e babbo sono andati a nanna ed io ne approfitto per cercare di ritagliare un attimo di tempo per questo blog .............
In questi giorni mi sono dedicata un po' di piu' a seguire "mandorlina" nella sua nuova veste di pittrice, sara' che "ogni scarrafone è bello a mamma sua" ma la ragazza ha talento ; )!
Tutto a inizio un paio di giorni fa, dopo essere passata dal mio ex laboratorio a recuperare un po' di materiale per potermi rimettere a lavoro anche da casa, mi ha assalito una voglia matta di disegnare, cosi' ho tirato fuori la mia "valigetta" (del dottore come la chiama lei), pennello e acquerello e ci siamo messe a pasticciare. Alla fine, disperata, sono dovuta correre in cartoleria per trovare degli acquerelli da bimbi prima che il  mio preziosissimo cofanetto finisse direttamente immerso in acqua!
Chissa' se saranno acquisti utili =)
Bene, tutto questo si è svolto in un oretta solamente, considerata la sveglia all'alba (di mandorlina) dovevo occuparla in qualche modo....
Finita la sua opera siamo scappati al mercato di Porta Palazzo per la nostra spesa del sabato. L'intenzione era quella del minimo indispensabile considerato che prima delle ferie dobbiamo svuotare freezer e frigo, risultato: carichi come muli, mandorlina svenuta nel suo passeggino e quindi piu' tranquilli nella scelta di frutta e verdura fino ad incappare in un banco interessantissimo specializzato nella vendita di baccala', cosi' tra una chiacchera e l'altra con una gentilissima signora, abbiamo deciso di provare la ricetta suggeritaci da lei, una ricetta ligure, descritta alla perfezione, cosi' .....baccala' acquistato! La signora Fiorentina dice sia una ricetta ligure, per curiosita' sono andata a cercare in rete ma putroppo non ho trovato molta documentazione, ma interessante leggere qui
Si chiama "Baccala alla branda", branda', brandare in dialetto provenzale significa "scuotere", perchè all'epoca, per il poco tempo, quando tutti erano impegnati nella frangitura delle olive, il metodo piu' veloce era quello di brandare = scuotere la pentola invece di mescolare. E' una ricetta semplice e con davvero pochi ingredienti, baccala', olio, limoni, cipolla e acqua.

Vi riporto la ricetta come descitta dalla signora Fiorentina

  • 1 filetto di baccala' (non saprei dirvi le dosi, circa 500 gr)
  • prezzemolo tritato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 cipolla
  • 2 patate di media grandezza
  • abbondante olio extra vergine di oliva
  • il succo e la scorza grattugiata do mezzo limone
  • acqua q.b.
Per la preparazione del baccala':
Immergete il baccala in abbondante acqua, lasciando in ammollo per 1 giorno intero, cambiando l'acqua almeno 3 volte. Piu' il baccala' avra' un taglio spesso piu' dovra' stare in ammollo. Io ho tenuto il filetto in acqua per circa due giorni.
Una volta scolato staccare la pelle, verra' via molto facilmente, e cercare di togliere tutte le spine. Il filetto si sbriciolera' ma va bene ugualmente.

In un largo tegame con i manici soffriggete in abbondante olio extra vergine di oliva la cipolla affettata sottilmente. Quando appassira' unire le patate tagliate a dadi e versate un po' di acqua (circa 2 bicchieri), coprite a lasciate cuocere per circa 7/10 minuti. Non appena le patate si saranno ammorbidite unire il baccala' spezzettato, coprire e lasciar cuocere. Unire il succo di limone e la scorza grattugiata, senza mai mescolare, solo "brandare" scuotere la pentola in senso rotatorio. Il baccala' buttera' fuori ancora acqua, quindi cuocere ancora fino a quando non risultera' una pappetta con qualche pezzo qua' e la ancora intero di pesce e patate. Unire il prezzemolo tritato. Se riterete necessario, aggiungere ancora dell'acqua in modo che non si asciughi troppo. Il tempo di cottura è di circa 20/30 minuti. Non aggiungete sale, è gia' assolutamente saporito di suo.

Servire in ciotole e a piacimento con crostini di pane o sfoglie di carasau.

Noi abbiamo abbinato dell'ottimo vino bianco siciliano, Insolia-chardonnay, 13° considerato il piatto saporito.

martedì 12 luglio 2011

Salsa Tonnata allo yogurt e maionese al Curry




Fa caldo....taaanto caldo, mi dispiace ma in questi giorni la voglia di cucinare è pari a 0, sopratutto abbiamo bisogno di cibi freschi e piuttosto leggeri, niente forno e per me tantissimo cocomero, io ne vado matta!
Passando dal mio macellaio sotto casa avevo notato questo ottimo girello per fare il Vitello tonnato, mi ha ingolosito, quindi (pigrizia) perchè mettermi ai fornelli se è gia' pronto sotto i miei occhi?
Vi chiedo perdono per questa mia pigrizia, un giorno faro' il vitello io ma con questo post vi lascerei solamente questa ottima "salsa tonnata" e una "maionese al curry" per inzuppare due verdure crude. Niente di che' vero? Ma anche le cose facili e semplici possono far piacere =)).
Considerato le temperature il vino rosso ci siamo limitati ad osservarlo su un foglio di carta!

Per la salsa tonnata ho scelto di limitarmi ad una piu' leggera allo yogurt:

  • 100 gr di Tonno al naturale sgocciolato
  • 2 filetti di acciuga
  • 1 cucchiaio di capperi
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaio di yogurt greco o yogurt intero
Inserire nel mixer tutti gli ingredienti e frullare, risultera' una crema di consistenza piu' o meno cremosa, a seconda di quanto yogurt decidete di mettere. Aggiustate di sale e pepe (io non aggiunto sale, i capperi sono gia' saporiti)

Per la maionese:
  • 2 tuorli
  • 200 cl di olio di oliva
  • il succo di 1/2 limone
  • sale
  • 1 cucchiaino di curry

Mettete i tuorli, il sale e il succo di limone nel recipiente per  minipimer.
Frullare e non appena cominciera' a diventare cremosa aggiungere l'olio a filo, molto lentamente, altrimenti potrebbe impazzire.
Continuare a frullare fino ad esaurimento dell'olio e fino a quando vederete la maionese ben montata e chiara.
A questo punto io ho aggiunto un cucchiaino di curry.


sabato 9 luglio 2011

Tomino di capra grigliato con speck e Salsa ai Frutti di Bosco









Ne approfitto per scrivere questo post, prima di cena, con una umidita' disarmante...molto velocemente perchè ho fame, sete, sonno e mandorlina si è addormentata prima del dovuto, e ovvio, si svegliera' affamata quando sara' ora di dormire! Vi lascio con un piatto che effettivamente non ha bisogno di tante spiegazioni, veloce veloce e bbbbuonissssimo.
Buona serata a tutti =)


  • 1 tomino di capra (tipo una paglierina)
  • 1 manciata di mirtilli, more e lamponi
  • 1 cucchiaio di succo di mirtilli
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 fetta di speck
In un padellino scaldare i frutti di bosco con il succo di mirtilli (oppure un goccio di acqua) e 1 cucchiaino di miele.
Tagliare a meta' il tomino, riempirlo con la salsa ottenuta di frutti di bosco e avvolgerlo nella fetta di speck.
Grigliarlo in un padellino per pochi minuti per lato in modo che si sciolga leggermente il formaggio.
Servire caldo accompagnato da un'insalatina.



martedì 5 luglio 2011

Lasagnetta estiva al Ragu' di Totano e Pesto fresco



  
Un primo decisamente improvvisato in una serata della settimana scorsa, ricordo di una giornata un po' strana all'insegna dell'ozio, di una salutare pedalata in bicicletta e del mio inquietante mal di testa, poi un sonno lunnnngoooooo e profooooondo....... ed è ora di cena.
In realta' questi totani erano destinati ad na mini griglietta...poi gira che ti rigira sono finiti in un leggero ragu', appunto, e non avevamo neanche voglia di cucinare....... (non accetto commenti = > !!!)
Rimane comunque un piatto con pochi ingredienti freschi, molto veloce e senza dover accendere il forno.

LASAGNETTA ESTIVA CON RAGU' DI TOTANO E PESTO DI POMODORO FRESCO E BASILICO







Dosi per 2 persone:


  • 4 sfoglie di lasagne secche
  • 3 piccoli totani freschi
  • 3 pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 manciata olive taggiasche

per il pesto di pomodoro:

  • 5/6 pomodorini piccadilly
  • 1 mazzetto di basilico fresco
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • qualche filo di erba cipollina
  • sale
Pulire i totani e tagliarli a fettine sottili, lavare i pomodorini e tagliarli a dadini.
In una padella soffriggete uno spicchio di aglio in camicia, con i pomodorini e le olive, dopo pochi minuti unite i totani tagliuzzati e il vino bianco, cuocete ancora per circa 7/10 minuti, bagnando di tanto in tanto con un po di acqua in modo che non si asciughi troppo.

Nel frattempo cuocete i fogli di lasagna uno alla volta in acqua  bollente, salata. Scolateli e sistemateli in una teglia oliata.

Preparate il pesto fresco; in una ciotolina riunire i pomodorini tagliati a dadini, il basilico tritato con una mezzaluna, i pinoli, e l'erba cipollina tagliuzzata, un filo di olio extra vergine di oliva e il sale, mescolate.

Riempite ogni sfoglia con un po' di ragu' di totano e ripiegarla in due coprendo infine con il pesto di pomodoro.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...